Crea sito

Ascolti Tv: Formigli triplica Fagnani-Giuli. Flop Seconda Linea

Piazza Pulita Corrado Formigli giovedì sera La7 ascolti tv
Corrado Formigli, Piazza Pulita su La7

Gli ascolti Tv e i dati Auditel di giovedì 1 ottobre 2020 vedono il debutto di Seconda Linea, il nuovo spazio di approfondimento di Rai2 in prima serata. Partito, purtroppo per la Seconda Rete, malissimo con l’1.9% di share e 419.000 spettatori soltanto. Bene invece è andata la diretta concorrenza di Corrado Formigli con Piazza Pulita che su La7 ha ottenuto 1.169.000 spettatori con uno share del 5.6%. Risultando in valori assoluti più seguito di Dritto e Rovescio condotto da Paolo Del Debbio su Rete4, con i suoi 1.154.000 spettatori e il 6.6% di share.

Presentato da Francesca Fagnani (ex Belve) e Alessandro Giuli (ex Povera Patria poi Patriae), il nuovo talk show di Rai2 si ispira al rugby – leggiamo dal comunicato ufficiale – “dove le Seconde Linee sono i giocatori che saltano in touche per contendersi il pallone e hanno il compito di mantenere compatta la mischia”.

E Mischia è la parola perfetta per definire il programma, ma nel suo significato di “ammassamento fitto e disordinato di persone”. Purtroppo manca la zuffa, sostituita da uno stanco e sonnacchioso scambio fra sconosciuti, simile a quello che si può intrattenere alla fermata del tram nella speranza che il tram arrivi al più presto.

ascolti tv seconda linea flop
Alessandro Giuli e Francesca Fagnani, Seconda Linea

Mischia soporifera

Nella sua puntata di esordio Seconda Linea appare la parodia di un talk show che avrebbe potuto mettere in scena il programma comico Saturday Night Live. Un’accozzaglia di personaggi e situazioni assemblati a casaccio, la “gggiovane”, il prete, il personaggio Tv (Paolo Bonolis, prestato da Presta ché non si sa mai), l’attore napoletano preso da Gomorra. E poi il momento nostalgia “alla Fazio”, mentre la conduttrice belva si mangia vivo il collega patriota visibilmente a disagio facendogli fare la fine del valletto. Con la migliore di tutti (Francesca Parisella) relegata sullo sgabello in “seconda linea”.

L’esperimento della rete diretta da Ludovico Di Meo non ha incontrato il gusto dei telespettatori, e anche sui social network non si è lesinato sulle critiche. Il giudizio più ricorrente? Soporifero. E infatti più che all’approfondimento, il programma invita i telespettatori allo sprofondamento: sul divano a dormire.

error: Content is protected !!