Crea sito

CdA Rai. Il doppio incarico di De Biasio (Lega) e il rischio conflitto d’interessi scoperto da Anzaldi

Matteo Salvini con il Consigliere di Amministrazione Rai in quota Lega Igor De Biasio

Grande attesa per il Cda Rai di domani, 29 aprile 2021, nel quale – secondo l’Adnkronos – è previsto “il bilancio di chiusura dell’anno 2020 con le relative deliberazioni”. Scrive l’agenzia: “A tal proposito saranno anche ascoltati sui conti delle rispettive società, gli amministratore delegati di Rai Pubblicità e di Rai Cinema”. E ancora: “Saranno poi illustrate le tempistiche della procedura per l’elezione del componente interno, stabilendo cioè entro quanto tempo si avvierà la procedura per la pubblicazione dei curricula dei candidati e, probabilmente, anche la data di inizio della campagna elettorale“.

Quindi: “Nel consiglio di domani si voterà, inoltre, sull’offerta fatta alla Rai per l’acquisto del palazzo di Via Cernaia 33, sede Rai di Torino. E, sempre in merito al capitolo ‘immobili’, verrà illustrato dai dirigenti Rai ai consiglieri il progetto di trasferimento del polo produttivo Rai di Milano da Via Mecenate e da Via Sempione all’area dell’ex Fiera di Portello, nel capoluogo lombardo. Ultimo punto all’ordine del giorno il canale in lingua inglese”.

A tal proposito torna alla memoria un caso del passato. Il progetto relativo all’ex Fiera di Portello finì nel 2019-2020 all’attenzione del Segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi, che presentò un esposto sul Consigliere di Amministrazione Rai in quota Lega Igor De Biasio, in quanto a rischio conflitto d’interessi per il suo doppio incarico come amministratore delegato di Arexpo (triplo se consideriamo anche quello nel CdA di RaiCom). Rischio confermato poi dall’Anac dopo l’esposto del Segretario Anzaldi, al punto che, per non violare la legge e incorrere nelle sanzioni dell’Autorità Anticorruzione, De Biasio è costretto a non partecipare alle discussioni in CdA che si occupano di questioni immobiliari milanesi.

Si prevede quindi che anche a quella di domani egli non possa essere presente. Michele Anzaldi domandava all’epoca come fosse “accettabile per la Rai avere un consigliere a mezzo servizio che non può occuparsi di questioni delicate come le sedi aziendali“. In ogni modo, ci arrivano da Viale Mazzini notizie secondo le quali la Lega sarebbe fermamente intenzionata a trasferire il centro di produzione Rai alla suddetta ex Fiera di Portello, oltre ad accarezzare l’idea di trasportare a Milano anche il canale in inglese diretto da Fabrizio Ferragni, considerato uomo vicino al Presidente Rai un quota Lega Marcello Foa.

Dando per scontata l’assenza nel CdA di domani di Igor De Biasio, come voteranno gli altri Consiglieri di Amministrazione sui due nodi di cui sopra? Con il solo Foa a votare per la Lega, riuscirà quest’ultima a portare a casa i due progetti succitati? Sarà interessante vedere gli sviluppi.

error: Content is protected !!