Crea sito

Film Tv venerdì 8 gennaio: The Artist, Mystic River, Giovane e Bella. E Ieri oggi domani

Film Tv venerdì 8 gennaio 2021. Fra le nostre scelte di oggi, The Artist, Mystic River, Giovane e bella e Ieri oggi domani.

Tv 2000 (Canale 28), 21.05

Film Tv venerdì 8 gennaio: The Artist, Mystic River, Giovane e Bella, Ieri Oggi Domani
Jean Dujardin e Bérénice Bejo in una scena di The Artist

The Artist (Francia/Belgio, 2011) regia di Michel Hazanavicius. Con Jean Dujardin, Bérénice Bejo, James Cromwell, Penelope Ann-Miller, John Goodman, Malcom McDowell.

Hollywood, 1927. Un casuale ritratto fotografico con la star George Valentin (Dujardin) e la simpatia che ispira al divo aprono le porte del cinema (all’epoca muto) alla ballerina Peppy Miller (Bejo). Due anni dopo, nel pieno della sua carriera, Valentin non vuol credere che il sonoro rivoluzionerà il cinema e investe tutti i suoi averi in una produzione muta che il pubblico non gradirà. Rimasto povero e solo, l’ex-star cercherà di farla finita. A salvarlo sarà il suo cane Uggie. E Peppy che non dimenticherà quanto aveva fatto per lei.

Uggie e Jean Dujardin

Girato come un vero film muto, nel formato 1:1.33 (quadrato) e le didascalie per illustrare i dialoghi, The Artist è fotografato da Guillaume Schiffman in un raffinato bianco e nero d’epoca. Palma d’Oro a Cannes per Jean Dujardin, conseguì ben cinque Oscar (film, regia, protagonista, musica (Ludovic Bource) e costumi (Mark Bridges). Il film gioca con l’immaginario di Hollywood in cui tutti i produttori sono corpulenti come John Goodman e fumano sigari giganteschi. Narra il passaggio dal muto al sonoro al quale il divo non si adegua a differenza della comparsa; con il conseguente oblio per il primo e successo per la seconda. Successo che ha avuto anche il jack russell terrier Uggie (con tanto di “autobiografia“) in una delle ultime performance di una lunga carriera di cane attore. Qui il trailer.

Iris (Canale 22), 21.00

Film Tv venerdì 8 gennaio: The Artist, Mystic River, Giovane e Bella, Ieri Oggi Domani
Kevin Bacon e Sean Penn in Mystic River

Mystic River (Usa/Australia, 2003) regia di Clint Eastwood. Con Sean Penn, Tim Robbins, Kevin Bacon, Laurence Fishburne, Emmy Rossum, Jason Kelly, Connor Paolo.

Boston. Due ragazzini assistono al rapimento del loro amico Dave Boyle da parte di un pedofilo. Venticinque anni dopo il poliziotto Sean (Bacon) si trova a indagare sull’omicidio di Katie (Rossum), la figlia di Jimmy (Penn). Sospettato del delitto, Dave (Robbins), che soffre ancora per il lontano trauma, si troverà ancora una volta solo e abbandonato.

Tratto dall’omonimo romanzo di Dennis Lehane (tradotto in italiano come La morte non dimentica), sceneggiatore (Brian Helgeland) e regista scavano più a fondo nell’originale trama poliziesca negando ogni nostalgia per un’età mitica (la giovinezza del protagonista), e rendendo incerti i contorni tra bene e male. Delineando un quadro cupo e pessimista nella sua implacabile consequenzialità in cui anche la violenza perde ogni sua possibile funzione catartica. Eastwood firma anche la colonna sonora.

Mystic River ebbe sei candidature e due premi Oscar: a Sean Penn (attore protagonista) e a Tim Robbins (attore non protagonista). Qui il trailer originale.

Cielo (Canale 26), 21.15

Film Tv venerdì 8 gennaio: The Artist, Mystic River, Giovane e Bella, Ieri Oggi Domani
Marine Vatch

Giovane e bella (2013) di François Ozon. Con Marine Vacth, Fantin Ravat, Géraldine Pailhas, Johan Leysen, Frédéric Pierrot, Charlotte Rampling

Fuori città per le vacanze estive, la studentessa diciassettenne Isabelle (Vacth) perde la verginità nell’ambito di una breve e insoddisfacente storia d’amore. Quando torna al liceo, inizia segretamente a prostituirsi via Internet sotto lo pseudonimo di Léa, il nome della nonna materna. La morte di Georges (Leysen), suo assiduo cliente, durante un rapporto sessuale comprometterà il suo segreto e la famiglia scoprirà tutto. Sarà la fine della “carriera” di Isabelle nel mondo della prostituzione minorile?

“Ozon (qui la recensione del suo Otto donne e un mistero), autore anche della sceneggiatura, prende spunto dai casi sempre più numerosi di studentesse che si prostituiscono e ne inventa una che non ha alcuna ragione evidente per farlo (genitori molto permissivi, ottima condizione sociale, nessun trauma evidente) per raccontare un comportamento che sfugge a ogni spiegazione” (Paolo Mereghetti). Scandito dalle quattro stagioni introdotta ciascuna da una canzone di Françoise Hardy. Qui il trailer.

Rai Movie (Canale 24), 22.55

Sophia Loren in Ieri oggi domani ©lapresse 1963

Ieri oggi domani (Italia/Francia, 1963) regia di Vittorio de Sica. Con Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Aldo Giuffré, Silvia Monelli, Agostino Salvietti, Tecla Scarano, Carlo Croccolo, Pasquale Cennamo, Giovanni Ridolfi, Tina Pica, Gennaro Di Gregorio.

Tre gli episodi. Nel primo (sceneggiato da Eduardo de Filippo e Isabella Quarantotti) Adelina (Loren), una contrabbandiera di sigarette di Forcella, riesce a evitare il carcere grazie a sempre nuove gravidanze, almeno fino a quando il marito (Mastroianni) non accusa un esaurimento con relativo calo nelle prestazioni sessuali.

Nel secondo (tratto dal racconto Troppo ricca di Alberto Moravia e sceneggiato da Cesare Zavattini e Billa Zanuso) Anna (Loren), una ricca signora milanese sembra disposta a tradire per noia il marito con un uomo di modeste condizioni economiche. Ma un incidente alla sua Rolls Royce interviene a ristabilire le distanze.

Nel terzo episodio (sceneggiato da Cesare Zavattini) la prostituta Mara (Loren, che abbiamo già avuto occasione di ricordare nella sua scena più famosa) fa involontariamente innamorare di sé un seminarista (Ridolfi). Per farlo tornare sulla “retta via” sacrifica una settimana della sua “carriera”; quella però in cui deve incontrare un cliente bolognese (Mastroianni) vessato dal padre. Il négligé che Sophia Loren indossa nella scena dello spogliarello (che i due protagonisti hanno poi riproposto, con grande ironia, in Prêt-a-porter di Altman) è parte dell’immaginario collettivo.

Ieri oggi domani vinse l’Oscar quale miglior film straniero. Qui la scena dello strip-tease.

Segnaliamo inoltre Fiori d’Acciaio (regia di Herbert Ross, su RaiMovie alle ore 14.00), Pane, amore, e (regia di Dino Risi, su RaiMovie alle ore 21.10), Il settimo sigillo (nella versione restaurata, regia di Ingmar Bergman su Rai3 alle ore 1.15), Sacrificio (regia di Andrej Tarkovskij, su Rai3 alle 2.50), Io, Chiara e lo scuro (regia di Francesco Nuti, su Rai2 alle ore 2.25)

Fonti

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti/Baldini+Castoldi s.r.l. Milano

error: Content is protected !!