Crea sito

Film Tv martedì 13 aprile: William Wyler, Blake Edwards e, in prima visione, Hanry Abu-Assad

Film Tv martedì 13 aprile 2021. Fra i film in prima serata sui principali canali del digitale terrestre oggi vi segnaliamo: La legge del Signore  di William Wyler, In licenza a Parigi  di Blake Edwards, The Idol, prima visione televisiva per Hanry Abu-Assad.

Iris (canale 22) 21.00

La legge del Signore (Friendly Persuasion, drammatico, USA, 1956) regia di William Wyler. Con Gary Cooper, Dorothy Mcguire, Anthony Perkins, Richard Eyer, Marjorie Main, Robert Middleton

Dorothy Mcguire, Anthony Perkins e Gary Cooper in una scena del film

La guerra di Secessione sovverte le rigide convinzioni pacifiste della famiglia Birdwell di fede quacchera. Il figlio maggiore Josh (Perkins) trasgredisce la regola del “pacifismo a oltranza” arruolandosi. E anche Jess (Cooper), suo padre, imbraccerà un giorno un fucile; e le trasgressioni “religiose” per la famiglia non finiranno lì, a causa della guerra.

Un’altra scena de La legge del Signore

Tratto dal romanzo della scrittrice quacchera Jessamyn West, Palma d’oro al Festival di Cannes del 1957, altrimenti noto come L’uomo senza fucile. Qui il trailer originale

Tv 2000 (canale 28) 21.10

In licenza a Parigi (The Perfect Furlough, commedia, USA, 1958) regia di Blake Edwards. Con Tony Curtis, Janet Leigh, Linda Cristal, Keenan Wynn, Elaine Stritch, Marcel Dalio, Les Tremayne, Jay Novello, King Donovan, Troy Donahue

Per risollevare il morale di centoquaranta militari da sette mesi a difesa di una stazione radar nel Circolo Polare Artico, la psicologa dell’esercito Vichi Loren (Leigh) propone il sorteggio di una licenza premio. La fortuna favorisce il caporale Paul Hodges (Curtis) che, come se non bastasse, partirà per Parigi per raggiungere la donna dei suoi sogni: la star Sandra Roca (Cristal).

Linda Cristal, Janet Leigh e Tony Curtis in una scena del film

Ma non sa ancora che ad accompagnarlo vi saranno Vichi, la psicologa, e l’imbranato maggiore Collins (Donovan). E che a questi, una volta giunti a destinazione, si uniranno due poliziotti e l’agente della Roca. Insomma, Paul trascorrerà con Sandra giusto quanto basterà per sapere che è già sposata. E sarà il primo: l’informazione è infatti segreta. Il sogno di farla innamorare è dunque infranto. Ma l’eco mediatica che l’evento suscita dà alla vicenda una svolta inaspettata quando, poco dopo, si verrà a sapere che Sandra è incinta.

Janet Leigh e Tony Curtis

“Una simpatica ed esile commedia che sembra guardare a Operazione sottoveste e citare, nella scena delle cuccette, A qualcuno piace caldo(Mereghetti). Qui una scena in versione originale

Rai Movie (canale 24) 21.10 – prima visione televisiva

The Idol (Ya Tayr El Tayer, biografico, PAL, 2015) regia di Hanry Abu-Assad. Con Tawfeek Barhom, Ahmaed Al Rokh, Hiba Attalah, Kais Attalah

Kais Attalah è il piccolo Mohammed Assaf

Gaza, 2005. Mohammed Assaf (K.Attalah/Barhom), un bambino palestinese dotato di una voce straordinaria, si esibisce con la sorellina Nour e una coppia di amici, quasi per gioco a feste e matrimoni, sognando di esibirsi un giorno all’Opera Hall del Cairo.

Ma una sventura lo colpisce e Mohammed, per ben sette anni, mette da parte la musica. Nel 2012, da una Gaza ridotta un cumulo di macerie, sotto il tiro delle bombe e degli integralisti, ormai ventiduenne riesce fortuitamente a varcare il confine con l’Egitto e arrivare al Cairo per partecipare al talent show Arab Idol. Dove conquista tutti con il suo tarab, l’evocativo canto tradizionale arabo. Da quella vittoria diverrà un idolo per le folle e un simbolo del riscatto sociale.

Tawfeek Barhom in una scena di The Idol

Tratto da una storia vera, narrata in stile The Millionaire, diretto da Hanry Abu-Assad (con due candidature agli Oscar al suo attivo) con approccio semplice e idealista, come fosse una melodia commerciale, è “un film efficacemente sentimentale nel trasmettere la potenza del protagonista nel nutrire speranza” (Morandini). Più affascinante e dominata dalla determinata Nour la prima parte del film, nel finale invece realtà e finzione si mescolano fino a mostrare la premiazione del vero Mohammed Assaf. Con un cameo dell’attrice e regista libanese Nadine Labaki. Qui il trailer

Segnaliamo inoltre:

Il padre di famiglia (1967, regia di Nanni Loy) su RaiMovie alle 10.30, una scena del film

False verità (2005, regia di Atom Egoyan) su Iris alle 12.10, trailer                                 

Always – Per sempre (1989, regia di Steven Spielberg) su Iris alle 14.25, una scena del film

Acqua e sapone (1983, regia di Carlo Verdone) su Cine34 alle 18.50

Il Prof. Dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969, regia di Luciano Salce) su Cine34 alle 21.00, una scena del film

Shooter (2007, regia di Antoine Fuqua) su Paramount Network alle 21.10, trailer

La congiura degli innocenti (1955, regia di Alfred Hitchcock) su Tv2000 alle 22.55, una scena e la nostra recensione

Habitación en Roma (2010, regia di Julio Medem) su Cielo alle 23.10, il trailer originale

Il vigile (1960, regia di Luigi Zampa) su Cine34 alle 23.20, una scena e la nostra recensione

Nemico pubblico (1998, regia di Tony Scott) sul Nove alle 23.55, trailer

Far West (1964, regia di Raoul Walsh) su Iris alle 23.45, il teaser

Lo zingaro (1975, regia di José Giovanni) su RaiMovie alle 1.20, il trailer originale

Programmazione odierna in pay-tv:

Sky

Fox

Mediaset Premium

Discovery Channel

Fonti

FilmTv ©1993-2021 Tiche Italia s.r.l.

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti, Baldini+Castoldi s.r.l., Milano

Laura, Luisa e Morando Morandini, il Morandini su www.mymovies.it

www.cinematografo.it

www.iodonna.it

error: Content is protected !!