Crea sito

Film Tv martedì 16 marzo: Novecento, Kill Bill, Angèle e Tony

Film Tv martedì 16 marzo 2021. Fra i film in prima serata sui principali canali del digitale terrestre oggi vi segnaliamo: Novecento di Bernardo Bertolucci, nel giorno che sarebbe stato del suo ottantesimo compleanno, Kill Bill di Quentin Tarantino, Angèle e Tony di Alix Delaporte.

Rai Movie (canale 24) 21.10

Robert De Niro e Gérard Depardieu sono Alfredo e Olmo in Novecento

Novecento: i 2 atti (storico, ITA/FR/RFT, 1976) regia di Bernardo Bertolucci. Con Gérard Depardieu, Robert De Niro, Stefania Sandrelli, Burt Lancaster, Dominique Sanda, Saverio Maccanti, Paolo Pavesi, Stefania Casini, Sterling Hayden, Romolo Valli, Laura Betti, Donald Sutherland, Francesca Bertini, Alida Valli, Giacomo Rizzo, Antonio Piovanelli, Tiziana Senatore, Werner Bruhns

Atto I. 25 aprile 1945, il giorno della Liberazione. Sotto la mira del fucile del ragazzino che l’ha catturato, Alfredo Berlinghieri (De Niro) ripercorre la sua storia iniziata con quella di Olmo Dalcò (Depardieu), nati entrambi il giorno della morte di Giuseppe Verdi, figli rispettivamente di un proprietario terriero emiliano e di un suo bracciante.

Saverio Maccanti è Olmo

Bambini, Alfredo (Pavesi) e Olmo (Maccanti) crescono insieme e insieme giocano, sfidandosi spesso in prove di resistenza (come quella sui binari col treno in arrivo), su iniziativa di Olmo, l’indomito dei due. Mentre la proprietà delle terre passa dal patriarca (Lancaster), che si suicida in tarda età, al figlio Giovanni (Valli), secondogenito preferito al primo (Bruhns) perché giudicato inadatto, i Dalcò, guidati dall’anziano Leo (Hayden) sopportano fame e miseria causate per buona parte dall’egoismo dei padroni che, al grande sciopero del 1908, reagiscono premiando i crumiri e scatenando la violenta repressione delle forze dell’ordine contro i “manifestanti”.

La Prima Guerra Mondiale impegna i due ragazzi al fronte: Alfredo da ufficiale, Olmo da soldato semplice. Al ritorno a casa trovano entrambi le prime trebbiatrici e un nuovo fattore, il sadico Attila (Sutherland). Mentre Olmo si lega ad Anita (Sandrelli), che fa scuola ai bambini in nome degli ideali socialisti, Alfredo si innamora dell’irrequieta Ada (Sanda) che sposa facendo ingelosire la cugina Regina (Senatore/Betti). La morte di Giovanni Berlingieri, che intanto non aveva esitato ad abbracciare il nascente fascismo, fa di Alfredo il nuovo padrone proprio mentre Anita muore mettendo al mondo una bambina.

Stefania Sandrelli e Gérard Depardieu in una scena del film

Atto II. Amanti clandestini, Attila e Regina vengono scoperti da un giovane che il fattore prima violenta, poi uccide. Rinvenutone il cadavere, Olmo viene accusato del suo omicidio. Ma la testimonianza di un mendicante lo scagiona. Spalleggiato dal partito fascista Attila spadroneggia al punto da macchiarsi del secondo omicidio, solo per entrare in possesso di una villa del luogo. E mentre Olmo è costretto a lasciare il luogo in cui era cresciuto per passare di luogo in luogo, da norcino con figlia al seguito, Ada lascia Alfredo perché incapace di assumersi le sue responsabilità. Tra cui quella di non contrastare Attila. Che finirà giustiziato dal popolo, per le sue numerose e gravi malefatte, a Liberazione conclamata.

Un grande affresco della prima metà del Ventesimo secolo di storia d’Italia dipinto da un «onnipotente e megalomane» Bertolucci (per stessa ammissione del regista che oggi avrebbe festeggiato il suo ottantesimo compleanno), complice il fratello Giuseppe, co-sceneggiatore con Franco «Kim» Arcalli, dopo il successo mondiale di Ultimo tango a Parigi. E Vittorio Storaro che ne ha curato la fotografia, ed Ennio Morricone la colonna sonora. Novecento è la storia della lotta di classe narrata dal punto di vista di Alfredo, e del suo senso di colpa di «padrone», e da quello di Olmo espressione del vitalismo rabbioso di un «servo». È il racconto delle loro “vite parallele”. Realizzato ormai quarantacinque anni fa’.

Bernardo Bertolucci sul set con i due protagonisti

Opera ricca di riferimenti artistici: da quelli pittorici con un esplicito omaggio a Il quarto stato di Pellizza da Volpedo, immagine simbolo del film, ai riferimenti letterari con I fratelli Karamazov di Dostoevskij (nella sfida di resistenza sulla ferrovia dei due protagonisti bambini), le suggestioni skakesperiane, I miserabili di Victor Hugo. Per giungere all’omaggio finale all’estetica maoista, che riuscì a sollevare anche le critiche della sinistra (Mereghetti). Qui il trailer

Paramount Network (canale 27) 21.10

Uma Thurman Kill Bill stasera in Tv Quentin Tarantino maratona kill bill film sabato 12 settembre 2020

Kill Bill: Vol. 1 (azione, USA, 2003) regia di Quentin Tarantino. Con Uma Thurman, David Carradine, Daryl Hannah, Michael Madsen, Gordon Liu, Vivica A. Fox, Lucy Liu

Risvegliatasi dopo quattro anni di coma, l’assassina Black Mamba (Thurman) parte alla ricerca del suo ex capo Bill (Carradine) e della gang che, agli ordini dell’uomo, commise una strage il giorno del suo matrimonio. Sulla “lista nozze” della Sposa sono molti i personaggi di cui vendicarsi e da uccidere prima di arrivare a fare i conti con l’ultimo: Bill.

Il primo volume della saga è un pastiche di generi con dialoghi ridotti all’osso e incentrato sul tema della vendetta. Presente anche un segmento realizzato (dalla Production I.G.) come cartone animato splatter riguardante l’infanzia di O-Ren Ishii (Lucy Liu), temutissima leader della Yakuza. Di culto la scena in cui l’assassina Elle Driver (Hannah), fischiettando, s’introduce nell’ospedale dov’è ricoverata Black Mamba e si traveste da infermiera con tanto di benda da pirata sull’occhio fregiato dallo stemma della croce rossa. Qui la sequenza originale.

Daryl Hannah e Uma Thurman nella scena “cult”

Rai 5 (canale 23) 21.15

Clotilde Hesme, Grégory Gadebois e il piccolo Antoine Couleau in una scena di Angèle e Tony

Angèle e Tony (Angèle et Tony, drammatico, FR, 2011) regia di Alix Delaporte. Con Clotilde Hesme, Grégory Gadebois, Evelyne Didi, Jérôme Huguet, Antoine Couleau, Patrick Descamps

Lei (Hesme) è una giovane donna borghese allo sbando. Uscita dal carcere, perché accusata della morte del marito in un incidente, non può prendersi cura del figlio (Couleau), affidato ai nonni paterni. Ed è disposta a sposare chiunque pur di riaverlo. Lui (Gadebois) è un pescatore che vive in un villaggio normanno in riva all’Atlantico con la madre vedova, afflitto da un senso di colpa dopo la morte del padre in mare. E sogna una donna da amare per la vita e da cui avere dei figli. Due storie “minimaliste” di esseri diversi, accomunati da un lutto e da una solitudine che vorrebbero lasciare alle loro spalle. Si incontrano per sesso a pagamento, instaurano un rapporto di lavoro e scoprono l’uno nell’altra ciò che cercavano.

Un’altra scena del film

Leone d’oro a Venezia 2006 per la regista al suo primo lungometraggio (e César in patria ai due attori). “Volevo dirigere una storia d’amore e filmarla tra gente che conosco bene” (Alix Delaporte). Ci è riuscita, portando in modo credibile i due personaggi a comprendersi attraverso equivoci, attese, separazioni, riavvicinamenti, cambi di comportamento. Sensibile, ricco di sfumature, conciso. Distribuito dalla benemerita Sacher (Morandini). Qui il trailer

Segnaliamo inoltre (salvo imprevisti):

Gli avventurieri (1939, regia di Michael Curtiz) su RaiMovie alle 16.40, una scena in originale

La maschera di fango (1952 regia di André De Toth) su Rete4 alle 16.50, trailer                                   

Hysteria (2011, regia di Tanya Wexler) su Cielo alle 21.20 trailer 

Non – Stop (2014, regia di Jaume Collet-Serra) sul Nove alle 21.20, trailer

Io ti salverò (1945, regia di Alfred Hitchcock) su Tv2000 alle 22.35, il trailer originale e la nostra recensione

Kill Bill: Vol. 2 (2004, regia di Quentin Tarantino) su Paramount Network alle 23.00, il trailer originale e la nostra recensione

L’ultimo imperatore (1987, regia di Bernardo Bertolucci) su La7D alle 23.30, trailer

Il tè nel deserto (1990, regia di Bernardo Bertolucci) su Rete4 alle 0.45, trailer originale (in inglese)

Storia di donne (1981, regia di Benoît Jacquot) su Cielo alle 1.15 

Ultimo tango a Parigi (1972, regia di Bernardo Bertolucci) su RaiMovie alle 2.45, trailer

Programmazione odierna in pay-tv:

Sky

Fox

Mediaset Premium

Discovery Channel

Fonti

FilmTv ©1993-2021 Tiche Italia s.r.l.

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti, Baldini+Castoldi s.r.l., Milano

Laura, Luisa e Morando Morandini, il Morandini su www.mymovies.it

www.cinematografo.it

error: Content is protected !!