Crea sito

Film Tv sabato 17 luglio: Martone “cala” Eduardo nella Napoli di oggi (e ne fa cinema)

Film Tv venerdì 16 luglio 2021. In prima serata, sui principali canali del digitale terrestre, oggi vi raccontiamo Il Sindaco del Rione Sanità, nota pièce di Eduardo De Filippo, riletta da Mario Martone (e segnaliamo gli altri film in programmazione).

Rai 4, 21.20

Sindaco Rione Sanità Eduardo Martone

Il Sindaco del Rione sanità (drammatico, ITA, 2019) regia di Mario Martone. Con Francesco Di Leva, Massimiliano Gallo, Roberto De Francesco, Viviana Cangiano, Salvatore Presutto, Lucienne Perreca, Adriano Pantaleo, Daniela Ioia, Giuseppe Gaudino, Gennaro Di Colandrea, Domenico Esposito, Ralph P., Armando De Giulio, Ernesto Mahieux

Nella Napoli di oggi Don Antonio Barracano (Di Leva) è uno che – da uomo d’onore – “sistema le cose” e risolve problemi: gli “ignoranti” che non hanno santi in paradiso si rivolgono a lui perché interceda in loro favore. E Barracano, soprannominato per questo “il sindaco”, si presta volentieri a fare da mediatore, sulla forza della sua reputazione e del timore che sa incutere anche nei malviventi più incalliti del Rione Sanità, per tutelarne la “pace”. Capita quindi che ricorrano a lui due guappi che “si sono sparati” (quasi) per sbaglio, di cui l’amico medico (De Francesco) “connivente” medica le ferite. Un padre di famiglia (Gaudino) taglieggiato da un usuraio (Di Colandrea). Rifiluccio Santaniello (Presutto), con la fidanzata incinta Rituccia (Perreca), che gli chiede aiuto per uccidere Arturo (Gallo), il ricco padre, perché vuole diseredarlo.

Massimiliano Gallo e Francesco di Leva sono Arturo Santaniello e Don Antonio Barracano

Ma colpito all’irremovibilità del giovane Don Antonio decide di convocare Arturo Santaniello – il padre -perché si arrivi a una mediazione . L’incontro assume tratti di confessione e ci offre la chiave di lettura: Don Antonio – pur non considerandola sbagliata – non confida nell’applicazione della legge dello Stato. Così “rimedia” con “la sua legge”. Quindi il “sindaco” mette tutto (e tutti) a posto, esponendosi in prima persona, nel ricordo delle ingiustizie subìte da ragazzo, quando era vittima della “astuzia che si mangia l’ignoranza”.

Mario Martone traspone per il cinema una delle più celebri opere teatrali di Eduardo De Filippo, dopo averne curato la messa in scena – nei due anni precedenti – con il collettivo di attori indipendenti del NEST (Napoli Est Teatro) di San Giovanni a Teduccio, impegnati sul territorio per recuperare i ragazzi dalla strada.

Ed è significativo che, rispetto a quello di Eduardo, questo “sindaco” sia molto più giovane e dunque più fisico, più carico di energia e di potenziale violenza. Laddove Eduardo – nei panni del sindaco – era un esempio di pacata saggezza popolare, Di Leva ha il carisma di un rapper e un fisico da bodyguard.

Questo accentua (probabilmente non a caso) il rischio di una lettura in chiave camorristica del Barracano (rischio non ignorato da Eduardo fin dalla sua prima messa in scena nel 1960, nonostante i sessant’anni di età). Ma non c’è dubbio che l’eroe della vicenda sia ben lontano dall’essere un capomafia. Anzi, è un paladino della giustizia: la legge “è fatta bene”. Ha solo bisogno di un “aiutino” in un quartiere degradato come il Rione Sanità. Quindi Antonio Barracano “diventa” simile ai guappi che deve tenere a freno. Ma, a differenza loro, ha avuto il coraggio e la volontà di riscattarsi ergendosi a difesa dei più deboli.

I temi trattati restano dunque di grande attualità: l’ignoranza come “titolo di vendita” che espone i cittadini vulnerabili al sopruso; la lealtà e il tradimento; il libero arbitrio di decidere da che parte stare; la necessità di interrompere la catena delle vendette e della violenza; la capacità di essere un uomo che sa fare un passo indietro. “Il tentativo di allargare la platea da teatrale a cinematografica è dunque lodevole, e Martone fa di tutto per dare respiro alla rappresentazione, aprendo porte e finestre, aggiungendo ambienti altri rispetto al salotto del sindaco di eduardiana memoria, lavorando su luce e movimento” (Paola Casella per MyMovies).

Il regista Mario Martone sul set

Mario Martone, che firma l’adattamento con Ippolita Di Majo (già preziosa co-sceneggiatrice de Il giovane favoloso), offre un nuovo e più vasto pubblico (quello cinematografico) a un’opera di cui si limita a modificare l’età del protagonista e il finale, in nome di un’adesione a una realtà ben più consona ai tempi attuali, affidandone la rappresentazione alla stessa troupe chiamata a teatro. “Una lettura coerente con la «nessuna fiducia in un mondo migliore» che Martone legge in De Filippo e che tutto il cast, davvero notevole, aiuta a spiegare ma che alla fine non cancella la sensazione che la lingua di Eduardo, la sua retorica e la sua sonorità stridano con la volgarità e la miseria di questi nostri tempi” (Mereghetti).

Il Sindaco del Rione Sanità, che in origine Eduardo De Filippo raccolse nella serie Cantata dei giorni dispari (come abbiamo già illustrato) – disponibile alla visione (nelle versioni teatrali del 1964 e 1979) su RaiPlay – è valso alla versione cinematografica di Martone ben due premi al Festival del Cinema di Venezia e dieci candidature tra David di Donatello e Nastri d’argento. Il trailer e il film du RaiPlay

Segnaliamo inoltre:

La lingua del santo (2000, regia di Carlo Mazzacurati) su Cine34 alle 10.45, il trailer

Everest (2015, regia di Baltasar Kormákur) su Iris alle 13.35, il trailer e la recensione del film su VigilanzaTv

Respiro (2002, regia di Emanuele Crialese) su RaiMovie alle 14.10, il trailer e la recensione del film su VigilanzaTv

Fuga per la vittoria (1981, regia di John Houston) su Iris alle 16.15, il trailer e la recensione del film su VigilanzaTv

Le amiche (1955, regia di Michelangelo Antonioni) su RaiStoria alle 17.00, una scena

Potiche – La bella statuina (2010, regia di François Ozon) su La7 alle 17.45, il trailer

Braveheart – Cuore impavido (1995, regia di Mel Gibson) su Rai3 alle 20.30, il trailer originale

Spy (1996, regia di Renny Harlin) su Iris alle 21.00, il trailer originale

1000 dollari sul nero (1966, regia di Alberto Cardone) su Cine34 alle 21.00, il trailer

Una notte da leoni 2 (2011, regia di Todd Phillips) sul 20 alle 21.05, il trailer

Incubo in paradiso (2019, regia di Brian Skiba) su Rai2 alle 21.05, il film su RaiPlay

La corrispondenza (2016, regia di Giuseppe Tornatore) su RaiMovie alle 21.10, il trailer

Scherzo del destino in agguato dietro l’angolo come un brigante da strada (1983, regia di Lina Wertmüller) su RaiStoria alle 21.10

Terminator (1984, regia di James Cameron) su ParamountNetwork alle 21.10, il trailer originale e la recensione del film su VigilanzaTv

Tremors 5: Bloodlines (2015, regia di Don Michael Paul) su Italia2 alle 21.15, il trailer originale

Desideria – La vita interiore (1980, regia di Gianni Barcelloni) su Cielo alle 21.20

Rio (2011, regia di Carlos Saldanha) su Italia1 alle 21.20, il trailer

Piccole donne (1949, regia di Mervyn Leroy) su Tv2000 alle 21.20, il trailer originale

Nel cuore della tempesta (2009, regia di Edzard Onneken) su Tv8 alle 21.30

Bambini nel tempo (2015, regia di Roberto Faenza e Filippo Marcelloni) documentario su RaiStoria alle 23.10

Robocop (1987, regia di Paul Verhoeven) su ParamountNetwork alle 23.15, il trailer originale

Magnifica presenza (2012, regia di Ferzan Özpetek) su RaiMovie alle 23.15, il trailer

The Good Shepherd – L’ombra del potere (2006, regia di Robert De Niro) su Iris alle 23.30, il film su MediasetPlay

Programmazione odierna in pay-tv:

Sky

Fox

Mediaset Premium

Discovery Channel

Fonti

FilmTv ©1993-2021 Tiche Italia s.r.l.

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti, Baldini+Castoldi s.r.l., Milano

Laura, Luisa e Morando Morandini, Il Morandini su www.mymovies.it

www.youtube.com

error: Content is protected !!