Crea sito

Film Tv venerdì 30 aprile con Mimi Leder, Alan Parker e la prima visione Rai di Stéphane Brizé

Film Tv venerdì 30 aprile 2021. Tra i film in programmazione sui principali canali del digitale terrestre oggi vi segnaliamo: Una giusta causa di Mimi Leder, Mississipi Burning – Le radici dell’odio di Alan Parker e, in prima visione Rai, In guerra di Stéphane Brizé

Rai Movie (canale 24) 21.10

Una giusta causa (On the Basis of Sex, biografico, USA, 2018) regia di Mimi Leder. Con Felicity Jones, Armie Hammer, Justin Theroux, Sam Waterston, Kathy Bates, Cailee Spaney, Jack Reynior, Chris Mulkey

1970. Unica donna ammessa alla facoltà di giurisprudenza di Harvard nel 1956, l’avvocatessa progressista Ruth Bader Ginsburg (Jones) decide di assumere la difesa di Charles Moritz (Mulkey), un commesso viaggiatore cui era stata negata l’esenzione fiscale sull’assistenza infermieristica per la madre malata, concessa per legge solo alle donne.

Justin Theroux, Felicity Jones, Armie Hammer in una scena di Una giusta causa

Aiutata dal marito Martin (Hammer), un avvocato malato di cancro, e da un collega esperto costituzionalista, Ruth riesce a dimostrare alla Corte d’Appello l’esistenza di ben centosettantotto leggi discriminatorie sulla base del sesso (si noti a tal proposito il titolo originale On the Basis of Sex, che quello italiano non ricalca affatto), a prevalente svantaggio delle donne. Vince così la causa e ottiene una sentenza che darà l’avvio alla lotta giuridica per la parità tra sessi.

Felicity Jones è Ruth Bader Ginzburg

Ispirandosi a quanto realmente accaduto a sua zia Bader Ginzburg, la sceneggiatrice Daniel Stiepleman riflette sulla discriminazione di genere e racconta una battaglia femminista condotta attraverso un abile espediente dialettico: difendendo un uomo la protagonista riesce a portare in luce le numerose iniquità che le donne devono sopportare senza alcuna tutela legale. Nel ruolo di Dorothy Kenion, altra avvocatessa attivista per i diritti femminili, spicca Kathy Bates (Mereghetti). Qui il trailer e il film su RaiPlay

Felicity Jones, Cailee Spaeny e Kathy Bates in un’altra scena del film

Tv 2000 (canale 28) 21.10

Mississipi Burning – Le radici dell’odio (Mississipi Burning, drammatico, USA, 1988) regia di Alan Parker. Con Gene Hackman, Willem Dafoe, Frances McDormand, Brad Dourif, R.Lee Ermey, Michael Rooker, Stephen Tobolowski

Mississipi, 1964. L’uccisione di tre attivisti per i diritti civili da parte del Ku Klux Klan richiama due agenti dell’FBI: uno giovane e rigidamente rispettoso delle regole (Dafoe), l’altro navigato e pragmatico (Hackman). Quando scopriranno che negli omicidi razzisti è coinvolta anche la polizia locale, anche l’idealista dei due si convincerà a usare le maniere forti.

Willem Dafoe e Gene Hackman sono i protagonisti di Mississipi Burning

Discutibile l’idea di vedere i neri come vittime mute, in attesa di essere salvati dai (rari) bianchi intelligenti: pare comunque che Parker abbia smorzato la sceneggiatura ben più radicale di Chris Gerolmo” (Mereghetti). Sette nomination e un solo Oscar: alla fotografia di Peter Biziou.

Frances McDormand in una scena del film

Fra gli interpreti Lee Ermey, il famoso istruttore Hartman di Full Metal Jacket qui nel ruolo del sindaco razzista, e Frances McDormand migliore attrice protagonista agli Oscar 2021 per Nomadland. Ultimo Oscar di ben quattro: tre da attrice (eguagliando così Meryl Streep) e uno vinto in veste di produttrice. Il trailer del film


Rai3, 21.20 – prima visione Rai

In guerra (En guerre, drammatico, FRA, 2018) regia di Stéphane Brizé. Con Vincent Lindon, Mélanie Rover, Jacques Borderie, David Rey, Olivier Lemair, Isabelle Rufin, Bruno Bourthol, Sébastien Vamelle, Valérie Lamond, Jean Grosset, Martin Hauser, Pieter-Jan Peeters

Vincent Lindon (al centro) in una scena di In guerra

La fabbrica di componenti automobilistici Perrin, ad Agen in Nuova Aquitania, è prossima alla chiusura nonostante due anni prima la casa madre tedesca Dimke avesse assicurato almeno cinque anni di attività. E i suoi 1100 operai sono così destinati alla disoccupazione. Laurent Amédéo (Lindon), il loro portavoce, con il supporto di altri sindacalisti fra cui la coraggiosa Mélanie (Rover), cerca in tutti i modi di aprire una trattativa con i padroni. Ma la sua ostinazione, purtroppo, produrrà effetti inattesi.

Dopo La legge del mercato Brizé (anche sceneggiatore con Olivier Gorce) torna a descrivere la realtà delle persone comuni e del dramma della perdita del lavoro, schierato dalla parte dei più deboli. Le trattative, le divisioni, le speranze, le delusioni, sono altrettanti momenti di un discorso umano più che sindacale o politico con cui Brizé riesce a trasmettere il senso di una lotta (quella contro la globalizzazione dei mercati) ma anche il valore di un cinema che sa affrontare quei problemi con sincerità e determinazione. E lo fa con la forza di un film che sembra a tratti improvvisato, con i suoi numerosi interpreti non professionisti, in un alternarsi di finzione e realismo che si rispecchia nella forma, dove rassicuranti (e in quanto tali falsati) servizi telegiornalistici si succedono a “realistiche” riunioni sindacali.

Qua e là affiora una certa retorica militante, ma la formidabile direzione degli attori, con un monumentale Lindon, e la tensione sempre più claustrofobica vincono su tutto. Memorabile la riunione con il Ceo della Dimke (Hauser): un dialogo impari che esprime la suspence di una resa dei conti western (Mereghetti). Il trailer del film

Segnaliamo inoltre:

Animal House (1978, regia di John Landis) su Iris alle 13.00, il trailer

Grandi manovre (1955, regia di René Clair) su Iris alle 15.10

La finestra sul cortile (1954, regia di Alfred Hitchcock) su Rete4 alle 16.30, una scena e la nostra recensione

Danko (1988, regia di Walter Hill) su Iris alle 21.00, il teaser

Downsizing – Vivere alla grande (2017, regia di Alexander Payne) sul 20 alle 21.05, il trailer

Castelli di carta (2009, regia di Salvador García Ruiz) su Italia2 alle 21.15

Ip Man 4 (2019, regia di Wilson Yip) su Rai4 alle 21.20, il teaser

Indiana Jones e il tempio maledetto (1984, regia di Steven Spielberg) su Tv8 alle 21.30, il trailer e la nostra recensione

Programmazione odierna in pay-tv:

Sky

Fox

Mediaset Premium

Discovery Channel

Fonti

FilmTv ©1993-2021 Tiche Italia s.r.l.

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti, Baldini+Castoldi s.r.l., Milano

Laura, Luisa e Morando Morandini, il Morandini su www.mymovies.it

www.cinematografo.it

www.youtube.com

error: Content is protected !!