Crea sito

Caso Grillo, Giulia Bongiorno finisce sul banco degli accusati al Tg1. Anzaldi: “Informazione o ribaltamento della realtà?”

Il Tg1 diretto da Giuseppe Carboni in quota M5s trasforma il “caso Macina” nel “caso” Bongiorno. Alludiamo alla diatriba che ha coinvolto Giulia Bongiorno, ex ministro leghista e legale della ragazza che ha presentato denuncia contro Ciro Grillo, figlio di Beppe, e la Sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina (M5s). Quest’ultima ha insinuato che, in qualità di appartenente alla Lega nemica dei pentastellati, l’avvocato Bongiorno abbia un conflitto d’interessi nel difendere la denunciante del figlio del garante pentastellato. Parole che hanno indotto la legale a sporgere denuncia e il Ministro Cartabia a richiamare severamente all’ordine la Macina, invitandola a un maggiore riserbo in qualità di carica istituzionale.

Al notiziario della Prima Rete Rai, tuttavia, il racconto dei fatti pende tutto a svantaggio di Giulia Bongiorno, come se fosse lei la parte in torto, tanto che il Segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi dichiara su Twitter: “I quotidiani danno conto, anche in prima pagina, del ‘caso Macina’ per le gravi dichiarazioni del sottosegretario alla Giustizia su un procedimento in corso. Al Tg1, però, a finire sul banco degli accusati è l’avvocato Bongiorno. Questa è informazione o ribaltamento della realtà?“.

error: Content is protected !!