Crea sito

Il Sindaco del Rione Sanità, Eduardo e Martone questa sera su Rai3

Francesco Di Leva è Il Sindaco del Rione Sanità

Il teatro sta tornando in televisione. E in prima serata sulle reti generaliste, per giunta, in questo caso su Rai3. Ce n’eravamo già occupati quando, dopo la chiusura dei teatri per l’emergenza Covid-19, Monica Guerritore si era fatta portavoce dell’istanza di riprogrammare le pièce teatrali a orari fruibili per tutti sui principali canali televisivi mainstream. E su questa condivisibile richiesta ci siamo divertiti a ricordare, grazie alla Storia critica della televisione italiana di Aldo Grasso, i tempi in cui la prosa aveva sul canale “nazionale” una serata dedicata, quella del venerdì, sin dalla nascita della Rai. Eduardo de Filippo ne fu uno dei principali interpreti e fautori. Portò nelle case degli italiani il teatro partenopeo di cui è stato grande autore, oltre che interprete. Creando un genere che è annoverato nella storia della tv come il teatro di Eduardo. E una tecnica, quella cioè di trasporre in televisione la rappresentazione così come si svolgeva a teatro, grazie a telecamere fisse e inquadrature grandangolari. Diventando un trait d’union culturale tra il Settentrione e il Meridione di un’Italia che cercava di lasciarsi alle spalle, a fatica, la Seconda Guerra Mondiale.

Il Sindaco del Rione Sanità riletto in chiave contemporanea da Mario Martone

Una delle più celebri pièce di Eduardo de Filippo è trasmesso per la prima volta su Rai3 (ma è già disponibile in streaming su RaiPlay),  in un film pensato per il cinema da Mario Martone, che si era già misurato in teatro con lo stesso soggetto tra il 2017 e l’anno seguente. Conseguendo, proprio con la versione cinematografica, ben due premi al Festival del Cinema di Venezia e dieci candidature tra David di Donatello e Nastri d’argento.

Massimiliano Gallo e Francesco di Leva sono Arturo Santaniello e Don Antonio Barracano ne Il Sindaco del Rione Sanità

Francesco di Leva (già protagonista della versione teatrale) e Massimiliano Gallo sono i protagonisti principali de Il Sindaco del Rione Sanità. Affiancati da Roberto de Francesco, Adriano Pantaleo ed Ernesto Mahieux. Questa in breve la storia, che non differisce dall’originale, nonostante Martone abbia preferito rappresentare il protagonista con qualche anno di meno. Antonio Barracano (Francesco di Leva), uomo d’onore altrimenti noto come “il Sindaco”, è un boss locale, rispettato anche dai peggiori criminali. Con l’aiuto di un amico medico (Roberto de Francesco), risolve a suo modo i problemi del rione, intercedendo in favore di chi lo compiace. A lui un giorno chiede aiuto e protezione Arturo Santaniello (Massimiliano Gallo), figlio diseredato del ricco fornaio del rione, intenzionato a eliminare il padre. Don Antonio riconosce in ciò l’istinto di vendetta che anch’egli aveva provato una volta a fronte di un’ingiustizia subita. Ma il “Sindaco” sceglierà una differente soluzione.

Il Sindaco del Rione Sanità è uno dei lavori più noti di Eduardo De Filippo, che egli raccolse nella serie Cantata dei giorni dispari. Rappresentato in teatro per la prima volta nel 1960, fu diretto e interpretato da un Eduardo già sessantenne nei panni del protagonista principale. La commedia in tre atti, in versione “teleteatrale”, cioè adattata al medium televisivo, è stata trasmessa in Tv nel 1964 e riadattata nel 1979. Per poi approdare al cinema nel 1996, a dodici anni dalla morte dell’autore, ne Il sindaco di Ugo Fabrizio Giordani. Che per incarnare Don Antonio scelse per il grande schermo l’attore premio Oscar Anthony Quinn. Ma in questa trasposizione l’ambientazione è tutta americana, e l’azione si svolge tra gli anni Trenta e Quaranta.

Sergio Castellitto e Adriano Pantaleo in Natale in casa Cupiello, regia di Edoardo de Angelis (ph. Gianni Fiorito)

Natale in casa Cupiello

In questo 2020 si celebrano, vieppiù, i 120 anni dalla nascita di Eduardo De Filippo. E la migliore occasione per ricordarlo sarà a Natale, con un nuovo adattamento televisivo di Natale in casa Cupiello, prodotto per Rai Fiction e diretto da Edoardo De Angelis. La messa in onda è prevista su Rai1 nella prima serata del prossimo martedì 22 dicembre. Tra gli interpreti della tragicommedia, che porta in scena la complessità delle dinamiche familiari messe a dura prova dalla festività, Sergio Castellitto, Marina Confalone, Adriano Pantaleo e Pina Turco.

Il teatro di Eduardo in streaming su RaiPlay

Più di trenta titoli, fra cui i capolavori indiscussi Natale in casa Cupiello e Filumena Marturano, sono disponibili su RaiPlay. Il tutto grazie alla lungimiranza di Eduardo, che amava mettere in scena i suoi testi “registrandoli” per la televisione. Il pubblico televisivo lo ha da sempre premiato con straordinari consensi fin dalle origini della televisione italiana, quando debuttò con Miseria e nobiltà (cui abbiamo già fatto cenno). Il teatro dialettale con lui si è trasformato in una commistione unica di toni comici e insieme tragici, donando ritmo teatrale a una riflessione sull’esistenza umana sempre profonda, spesso amara. Offrendo così allo spettatore occasioni di riso anche di fronte alla tragedia.  

Ma anche il cinema deve molto a Eduardo de Filippo. Che sul grande schermo approdò dopo il successo nel 1950 di Napoli milionaria, la sua prima regia del dopoguerra, che raccontava l’Italia “in diretta” con virtuosistici piani-sequenza realizzati in studio. Dal 1951 al 1953 Eduardo vi si dedicò esclusivamente, e nel 1954 interpretò L’oro di Napoli diretto da Vittorio de Sica. Anche se il miglior contributo di Eduardo alla storia dello spettacolo resta indiscutibilmente il suo teatro, approdato poi al cinema e quindi alla televisione. E ogni Natale, come se ve ne fosse bisogno, ne abbiamo ulteriore conferma.

Antonio Facchin

Fonti

RaiPlay, Il Sindaco del Rione Sanità

RaiPlay, Il teatro di Eduardo

error: Content is protected !!