Crea sito

Liliana Segre, Anzaldi: “Tg2 umilia i 90 anni della senatrice. Schiaffo al Quirinale”

Tg2 umilia i 90 anni di Liliana Segre Sergio Mattarella Michele Anzaldi
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con Liliana Segre

Il Tg2 liquida in pochi secondi i 90 anni di Liliana Segre senza riferimenti all’Olocausto e alla sua prigionia ad Auschwitz. La denuncia di Michele Anzaldi e il botta e risposta con Gennaro Sangiuliano

La Senatrice Liliana Segre ha compiuto novant’anni ieri, 10 settembre 2020, e i notiziari Rai e Mediaset hanno dedicato vari servizi alla ricorrenza. Con una notevole eccezione.

La segnalazione proviene da Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva e Segretario della Commissione di Vigilanza Rai.

Nessun riferimento alla deportazione di Liliana Segre o alla Shoah

“Il Tg2 delle 20.30 di ieri” scrive l’On. Anzaldi su Facebook, “ha umiliato la ricorrenza dei 90 anni della senatrice a vita Liliana Segre. Liquidando la notizia in pochi secondi in maniera anonima e burocratica, senza neanche fare riferimento alla sua storia di deportata, alla Shoah e all’alto valore simbolico della sua nomina in Senato, decisa nel 2018 dal presidente Mattarella.

Uno schiaffo al Quirinale, all’informazione, ai cittadini che pagano il canone. Che ne pensano il Cdr, il Cda, l’Ordine dei giornalisti, l’Usigrai, l’Agcom?”.

I servizi degli altri notiziari

“Una scelta totalmente diversa – prosegue Anzaldi – dagli altri telegiornali come Tg3, Tg1, Tg5, che hanno dedicato alla senatrice Segre titoli e servizi. Il Tg3 addirittura due servizi e un ampio approfondimento sulla sua storia. Quale linea editoriale c’è dietro decisioni del genere del Tg2, un telegiornale del servizio pubblico che già in passato aveva nascosto le notizie riguardanti la senatrice a vita?

Omissioni e svarioni

“Quello di oggi non è il primo episodio, infatti: a novembre scorso, in occasione dell’assegnazione della scorta alla senatrice a vita per le minacce ricevute, il Tg2 liquidò la notizia in pochi secondi, mentre tutte le altre testate dedicavano alla vicenda le aperture. Uno scivolone pesante, tanto che nell’edizione successiva il tg di Rai2 corse ai ripari intervistando la senatrice. Pochi giorni prima ancora un episodio d’insabbiamento: il Tg2 aveva nascosto la notizia dell’astensione dei partiti di centrodestra sulla commissione contro odio, razzismo e antisemitismo proposta proprio dalla Segre“.

Il Tg2, per giunta, torna ancora una volta nel mirino del Segretario della Vigilanza Rai dopo il clamoroso errore riguardante il voto in Senato sul caso Open Arms. L’inviata Maria Antonietta Spadorcia annunciò il “salvataggio” del leader della Lega Matteo Salvini, quando invece la votazione si era conclusa a suo netto sfavore.

La risposta del direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano

“L’onorevole Anzaldi scrive cose inesatte di cui renderà conto nelle opportune sedi giudiziarie” è stata la secca replica del direttore del Tg2, Gennaro Sangiuliano.

“Il Tg2 e io personalmente” prosegue la nota, “tengono in altissima considerazione la senatrice Segre, esempio di alto valore morale, e per questo le abbiamo dedicato un servizio con titolo nell’edizione principale delle 20.30. Lo abbiamo fatto il giorno prima come segno di attenzione e considerazione. Non solo, nei mesi scorsi abbiamo avuto l’onore di intervistarla e di aprire un’edizione principale con questa intervista. È legittimo per un membro della vigilanza criticare un tg ma falsificare i fatti svilisce il ruolo democratico dell’istituzione parlamentare“.

La controreplica dell’On. Anzaldi

 “Non mi faccio certamente intimidire da Sangiuliano” ha controreplicato l’On. Anzaldi su Facebook, “che non smentisce nulla di quanto ho denunciato sia riguardo l’edizione di ieri del Tg2 delle 20.30, sia riguardo gli episodi dei mesi scorsi riguardanti la senatrice a vita Liliana Segre.

“D’altronde basta riguardare le registrazioni dei telegiornali in questione per verificare ciò che ho dichiarato, ogni volta ho allegato i filmati. Che c’entra l’edizione del giorno prima con quanto ho denunciato riferito a ieri, 10 settembre? È informazione citare gli auguri alla senatrice Segre senza ricordare la sua storia e i motivi per cui il presidente Mattarella l’ha nominata? Trovo singolare che un direttore del servizio pubblico minacci iniziative giudiziarie contro un parlamentare della commissione preposta a vigilare sul servizio pubblico per denunce pubbliche accompagnate dalle prove, i filmati di ciò che è andato in onda: il presidente Barachini e il presidente Fico non hanno nulla da dire?

error: Content is protected !!