Crea sito

Milva. Vergogna Rai1, anziché omaggiare l’artista manda una fiction in replica in prima serata

Milva Rai1
Milva

Milva, la grande artista amata che ha portato il nome dell’Italia sui palcoscenici più prestigiosi del mondo, ci ha lasciati dopo una malattia che l’aveva fortemente debilitata e sottratta troppo presto al suo pubblico. Da tempo la Rossa più amata viveva lontana dalle scene con la fedelissima assistente e amica Edith Meier, che cura da anni le pagine social dedicate alla diva. E proprio su queste pagine è tangibile l’affetto del pubblico che tanto voleva bene a Milva, al punto da subissarle fin da questa mattina di messaggi di cordoglio.

Milva era un patrimonio culturale nazionale, celebrata dalla critica e popolarissima all’estero, in primis in Germania che l’aveva adottata grazie alle sue interpretazioni di Bertolt Brecht, ancora oggi insuperate. Capace di vestire i panni maschili di Capitan Uncino così come d’incantare con classe le platee grazie alla sua prorompente carica femminile, di saltare dalla dance anni ’80 con Marinero alle suggestioni di Vangelis passando per i tanghi di Astor Piazzolla o per gli echi della passionalità greca con Thanos Mikroutsikos, la “nostra” gloriosa Milva dovrebbe essere necessariamente ricordata con una speciale serata sulla Prima Rete Rai, quella Prima Rete che la vide nascere, crescere e che prosperò spesso sulle sue immense doti; basti pensare ai successi di Palcoscenico o di Al Paradise.

E invece, la Rai1 diretta da Stefano Coletta – sulla carta Superdirettore dell’Entertainment in prima serata – non pensa minimamente a omaggiare questa grande donna di spettacolo, ma preferisce trasmettere la replica di una fiction, che riporta per giunta ascolti esangui. L’ultima, definitiva ingiustificabile vergogna di questa Rai ingrata e totalmente avulsa da quelli che sono i sentimenti del pubblico. Non c’è da stupirsi che gli ascolti, soprattutto dell’Ammiraglia Rai, siano a picco.

error: Content is protected !!