Crea sito

Spot Rai alla Tv del Fatto. Anzaldi: “Presento interrogazione su chi li ha autorizzati e su eventuali sconti”

Da qualche giorno è possibile vedere, su Rai3, nelle fasce orarie dedicate ai notiziari o ai programmi d’informazione, gli spot ai programmi prodotti da TvLoft, la branca televisiva del Fatto Quotidiano. Parliamo di trasmissioni quali Accordi e Disaccordi con Andrea Scanzi e Luca Sommi con la partecipazione di Marco Travaglio e La confessione di Peter Gomez, per citarne solo due, che vanno in onda sul Nove. Canale in concorrenza proprio con Rai3 nelle stesse fasce orarie di cui sopra. Di qualche giorno fa la polemica delle promozioni pedisseque ad Amazon Prime Video, con le frequenti ospitate di Mara Maionchi e Fedez nei programmi Rai, per promuovere Lol – Chi ride è fuori. Ricordiamo che Amazon Prime Video è concorrente della piattaforma streaming pubblica RaiPlay.

Lo spot di TvLoft su Rai3

Qualche giorno fa ha suscitato interesse la notizia secondo la quale, in Rai, era stata diffusa una circolare che impediva la trasmissione di spot alla concorrenza. Ma a Viale Mazzini nessuno sa nulla di tale circolare, e gli spot alla concorrenza di fatto proseguono imperterriti.

TvLoft Rai3 Fatto Quotidiano

Sulla vicenda è intervenuto il Segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi che, su Facebook, ha scritto: “E’ accettabile che le reti Rai facciano pubblicità a canali concorrenti, come Amazon e addirittura come la tv del Fatto Quotidiano “TvLoft” che produce gran parte della programmazione del canale Nove? Non si tratta delle semplici ospitate a volti della concorrenza, che pure incredibilmente abbondano nei programmi della Rai (Mara Maionchi, Fedez, Scanzi, per citare gli ultimi casi), ma dei veri e propri spot pubblicitari nei blocchi più pregiati, addirittura la pubblicità della tv del Fatto è andata in onda su Rai3, diretta concorrente del Nove, nel blocco che precede il Tg3 delle 19“.

E ancora: “Altro che Tafazzi: qualcuno usa un patrimonio pubblico come la Rai per questioni private come favoritismi a reti commerciali? Possibile che la Rai, per la quale i ricavi pubblicitari rappresentano solo una voce minoritaria degli introiti grazie ai quasi 2 miliardi all’anno di canone dei cittadini, scelga addirittura di fare pubblicità ai concorrenti? In questi anni di gestione M5s abbiamo visto di tutto nel servizio pubblico, purtroppo, ma a questo non si era mai arrivati”.

Chiederò in un’interrogazione – continua l’On. Anzaldi – chi ha deciso di autorizzare la trasmissione di questi spot pubblicitari ai concorrenti e se siano stati applicati sconti nei contratti pubblicitari. Torno ad appellarmi al presidente Draghi: riconduca al più presto la Rai alla sua vera missione di servizio pubblico, siamo di fronte ad una vera e propria spoliazione del servizio pubblico, tra mega promozioni lottizzatorie, assunzioni dell’ultimo minuto, tattiche dilatorie per decidere anche i prossimi palinsesti e ora addirittura favori alle tv concorrenti, magari le stesse per le quali potrebbero andare a lavorare i vertici di oggi una volta finito il mandato“.

spot Rai3 TvLoft Fatto Quotidiano Michele Anzaldi
error: Content is protected !!