Crea sito

Tg1 Conte Show. Anzaldi: “Centrodestra che protesta sfiduci direttori faziosi”

Tg1 Conte Show Anzaldi

I leader del Centrodestra chiedono la convocazione del direttore del Tg1 in Commissione di Vigilanza Rai. Il Segretario Anzaldi li invita invece a sfiduciarlo in CdA.

Il Centrodestra, Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia in testa, protesta contro l’utilizzo personale del Tg1 da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per parlare del caso della scorta alla compagna Olivia Paladino. Il tutto mentre gli italiani attendevano delucidazioni sulle restrizioni del nuovo Dpcm illustrato per l’appunto ieri durante il notiziario diretto da Giuseppe Carboni (in quota M5s).

Tg1 megafono della pagina Facebook di Conte

I Capigruppo in Vigilanza Rai del Centrodestra (Alessandro Morelli della Lega, Giorgio Mulè di Forza Italia e Daniela Santanchè di Fratelli d’Italia), e il Segretario della Commissione Massimiliano Capitanio chiedono dunque una celere convocazione di Carboni in Vigilanza Rai.

Una misura che l’altro Segretario della Commissione Michele Anzaldi (Iv) giudica inutile. “Chiamare in Vigilanza il direttore del Tg1, che da mesi ha permesso la trasformazione del principale tg del servizio pubblico in un vero e proprio megafono della pagina Facebook di Conte” scrive il Deputato di Italia Viva, “temo che serva a poco, anche perché l’audizione come abbiamo visto dai casi precedenti arriverebbe fuori tempo massimo, tra 2-3 settimane“.

Il Centrodestra sfiduci il Direttore del Tg1

E avanza una proposta. “Se davvero il centrodestra, i cui consiglieri in Cda Rai votano puntualmente con Salini, vuole contribuire a restituire piena dignità all’informazione del servizio pubblico, l’unica soluzione è sostituire i direttori che secondo le delibere Agcom sono incapaci di rispettare pluralismo e correttezza dell’informazione. Il centrodestra in Cda Rai ha 3 consiglieri su 7. Con il voto di 5 consiglieri su 7 la sfiducia al direttore del Tg1 sarebbe vincolante. Se davvero fanno sul serio, perché non chiedono ai loro consiglieri di proporre la sfiducia e verificare se c’è una maggioranza qualificata in Cda?”

“Via i direttori giudicati faziosi e giornalisticamente inadeguati dalle delibere dell’Agcom (addirittura con una sanzione senza precedenti da 1,5 milioni di euro”) esorta l’On. Anzaldi. “Alla guida dei telegiornali Rai vengano nominati direttori davvero di garanzia, che da una parte non devono avere etichette politiche e dall’altra devono avere un curriculum professionale davvero inattaccabile“.

No a Rai trasformata in Conte Show

“Più che la convocazione del direttore del Tg1” prosegue il Segretario della Vigilanza Rai, “in Vigilanza chiederei l’immediata convocazione, anche online, del presidente dell’Agcom Lasorella e dell’amministratore delegato Rai Salini per avere garanzie che le vacanze di Natale, con gli italiani obbligati a rimanere chiusi in casa, non diventino un giornaliero “Conte Show” sulle reti del servizio pubblico.

Non è accettabile che continuino a ripetersi scene come quella di ieri, con il presidente del Consiglio che occupa il Tg1 delle 20 e tutti i tg a reti unificate per giustificarsi di fronte all’indagine del Tribunale dei ministri nei suoi confronti per l’uso della scorta, mentre sul nuovo Dpcm snobba il Parlamento. Un episodio da paese sudamericano”.

error: Content is protected !!