Crea sito

Tridico e Quota 100, Anzaldi: “Tg1 modello Istituto Luce”

Pasquale Tridico Inps aumento stipendio retroattivo
Pasquale Tridico, Presidente Inps

Tridico e Quota 100. Anzaldi: “Informazione Rai sempre più imbarazzante. Tg1 modello Istituto Luce”

La notizia dell’aumento di stipendio del Presidente Inps Pasquale Tridico e l’annuncio di Giuseppe Conte sull’abolizione di Quota 100 stanno facendo discutere animatamente l’opinione pubblica in queste ore.

Due sviluppi che, in tutta evidenza, al Tg1 di Giuseppe Carboni in quota pentastellata interessano poco. Allegando un video, il Segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi scrive sui social network al riguardo.

Informazione Rai sempre più imbarazzante

“Informazione Rai sempre più imbarazzante. Tg1 modello Istituto Luce su Inps e Conte: relega critiche partiti di maggioranza a Tridico in cinque secondi e buca la notizia del giorno data dal premier (abolizione Quota 100, a malapena riferita). Basta canone per disservizio pubblico.”

Non è la prima volta che il Segretario Anzaldi si scaglia contro il Tg1. Ultima denuncia in ordine di tempo, l’ampio spazio offerto dal notiziario di Giuseppe Carboni al M5s durante la campagna per il referendum del 20-21 settembre 2020.

Tg1: notizie insabbiate o edulcorate

Su Facebook, l’attacco del Segretario della Vigilanza al Tg1 è stato più articolato.

“Sul raddoppio dello stipendio del presidente dell’Inps le critiche a Tridico dei partiti di maggioranza (Italia Viva ha parlato con i capigruppo, il Pd con la presidente della commissione Lavoro) sono state relegate in 5 secondi.

Mentre le critiche di alcuni parlamentari M5s sono state totalmente insabbiate e anche la richiesta di spiegazioni di Di Maio è stata edulcorata dalla chiosa “chiesta prima della nota dell’Inps”, censurando il sonoro del ministro degli Esteri.

“Imbarazzante anche l’apertura su Conte, un servizio agiografico e propagandistico del presidente del Consiglio che ha bucato l’unica vera notizia data ieri dal premier, l’abolizione di Quota 100, riferita a malapena senza nessuna citazione nei titoli.

Anche il Tg2 nel mirino di Anzaldi

“La sottovalutazione della notizia su Quota 100 ha accomunato ieri sera sia il Tg1 che il Tg2 ed entrambi hanno censurato la notizia sulla febbre di Salvini, data invece dal Tg3. Per avere le notizie su Quota 100, sulla febbre di Salvini e sul caso Tridico in maniera completa e non paludata i telespettatori hanno dovuto seguire il Tg3 delle 19, l’unico a non bucare e nascondere notizie.

“Se una commissione d’esame dell’Ordine dei giornalisti valutasse Tg1, Tg2 e Tg3 di ieri sera, chi supererebbe l’esame giornalistico? Sui primi due ci sono seri dubbi. Chissà se i consiglieri di amministrazione e l’amministratore delegato, qualora non abbiano visto le edizioni, verificheranno. Basta andare su Raiplay. Davvero i cittadini possono continuare a pagare il canone per questo disservizio pubblico? Per questa disinformazione continua?

error: Content is protected !!