Crea sito

Romanzo Criminale compie 15 anni. L’omaggio di Cine34

romanzo criminale 15 anni cine34
Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria, Pierfrancesco Favino in Romanzo criminale

15 anni fa, il 30 settembre 2020, usciva nelle sale cinematografiche Romanzo criminale. Film “poliziottesco” d’autore nel quale il regista Michele Placido raccoglieva uno dei cast più promettenti di sempre, ricco di attori oggi pluripremiati, consacrati in Italia e all’estero.

Kim Rossi StuartIl Freddo. Pierfrancesco FavinoIl Libanese. Claudio SantamariaIl Dandi. Stefano Accorsi: il Commissario Scialoja. Riccardo ScamarcioIl Nero. Jasmine TrincaRoberta. Stefano FresiIl Secco. Elio GermanoIl Sorcio. Gianmarco Tognazzi: il Dr. Carenza. Virginia Raffaele: la fidanzata di Gemito. Massimo PopolizioIl Terribile.

Tratto dal romanzo di Giancarlo De Cataldo, Romanzo criminale – premiato con otto David di Donatello e cinque Nastri d’Argento – narra le imprese della famigerata Banda della Magliana.

Piàmose Roma

«Piàmose Roma», propone il Libanese che – col Freddo e il Dandy – aspira a controllare la Capitale degli Anni ’70 e ’80. I tre sono il nucleo centrale di quella che è stata la più potente organizzazione criminale che vi abbia mai operato. Un’organizzazione alla quale sono stati attribuiti legami con Cosa nostra, Camorra, ‘ndrangheta, esponenti della politica, della massoneria, della loggia P2, dell’estrema destra eversiva, dei servizi segreti deviati e del Vaticano.

Successo di pubblico e di critica

Un successo di pubblico e di critica per un film divenuto cult, e che ha dato origine anche a un seguitissimo serial televisivo. Alla sceneggiatura, Sandro Petraglia e Stefano Rulli, unanimemente ritenuti tra i migliori sceneggiatori italiani di sempre. Produce Cattleya e distribuisce Warner. Fotografia “caravaggesca” di Luca Bigazzi, scenografia di Paola Comencini e ricca colonna sonora con numerose hit del periodo, fra cui una versione di I Heard It Through the Grapevine superbamente cantata da Giorgia.

Romanzo criminale ha incassato 4.9 milioni di euro ed è considerato il miglior film italiano di genere dei primi anni Duemila nonché il più riuscito di Placido regista.

error: Content is protected !!