Crea sito

Film Tv venerdì 2 aprile: Matrix, Io sono tempesta, La madre

Film Tv venerdì 2 aprile 2021. Tra i film in programmazione sui principali canali del digitale terrestre oggi vi segnaliamo: Matrix di Andy & Larry Wachowsky, Io sono tempesta di Daniele Luchetti e La madre di Andrés “Andy” Muschietti.

Canale 20, 21.05

Matrix (The Matrix, fantascienza, USA, 1999) regia di Andy & Larry Wachowski Con Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Hugo Weaving, Joe Pantoliano, Gloria Foster, Marcus Chong

Nel XXII secolo i computer, ormai dotati di intelligenza artificiale, tengono l’umanità sotto scacco grazie a un programma di “neurosimulazione interattiva” dal nome Matrix che, replicando virtualmente una realtà andata distrutta, induce una condizione di “prigionia psicologica”. Questa fa credere agli umani di “vivere” alla fine del XX secolo ma, quel che è peggio, si alimenta di tutta la loro energia una volta racchiusi in una sorta di bozzolo. Un piccolo gruppo di ribelli, gli abitanti di Zion, guidati dal pirata informatico Morpheus (Fishburne), è alla ricerca di chi possa riscattare l’umanità da questo “sonno cibernetico”.

Laurence Fishburne è Morheus

E lo individuano finalmente in Thomas Anderson (Reeves), l’Eletto che, dentro Matrix è un asso dell’informatica, hacker all’occorrenza con lo pseudonimo di Neo.

Keanu Reeves è Thomas Anderson, alias Neo

Ma Neo dovrà prima di tutto accettare la missione, nel rispetto del suo libero arbitrio; poi prendere coscienza dei due distinti livelli di “esistenza” – con la conseguente acquisizione dei poteri straordinari che ne derivano – grazie all’aiuto di Trinity (Moss).

Carrie-Anne Moss è Trinity

Poteri che a Neo consentiranno intanto di proteggere Morpheus – considerato, in virtù della sua “competenza”, l’essere umano più pericoloso esistente – dallo spietato agente Smith (Weaving), uno dei formidabili “programmi sentinella” simili ad antivirus che proteggono Matrix.

Neo (Keanu Reeves) in un combattimento con l’agente Smith (Hugo Weaving)

I fratelli Wachowski, anche sceneggiatori, attingono alle filosofie orientali e alla fantascienza di Philip K. Dick (e mettono in mano a Neo Simulacri e simulazione di Baudrillard) per asserire che il mondo è illusione e la realtà virtuale è un incubo. I Wachowski riescono a tenere sotto controllo un intreccio complesso, ma forse non sono all’altezza per costruire una saga che ha l’ambizione di coronare quasi mezzo secolo di fantascienza letteraria e cinematografica; e sono troppi i debiti non dichiarati, da Zardoz a Terminator.  Non mancano però la suggestione e il divertimento. Al momento dell’uscita, colpirono le coreografie kung fu del regista hongkonghese Yuen Woo-ping, poi diventate uno standard del cinema d’azione holywoodiano e parodiate da innumerevoli film, da Scary Movie a Shrek” (Mereghetti).

“Prodotto da Joel Silver per la Warner a 70 milioni di dollari, girato a Sydney (Australia), scritto e diretto dai trentenni fratelli Wachowski, è il più inquietante cyber-action movie degli anni ’90. Frutto di ibridazione tra il cinema d’arti marziali di Hong Kong, l’ideologia violenta del videogame, la fantascienza alla P.K. Dick e la grafica dei fumetti, traboccante di effetti speciali all’avanguardia, divertente a livello figurativo e scenografico e sul piano dell’azione, è amalgamato e ispessito da una problematica filosofica di non irrisoria profondità. Più confusa e superficiale la sottotraccia religiosa all’insegna del sincretismo New Age. 4 Oscar: montaggio, sonoro, effetti sonori, effetti visivi”. È il primo film cult del terzo millennio, con 475 milioni di dollari incassati al cinema. (Morandini). Due i sequel: Matrix Reloaded e Matrix Revolutions. Di prossima uscita il terzo, Matrix 4. Qui il trailer di Matrix

Rai Movie (canale 24) 21.10

Io sono tempesta (commedia, ITA, 2018) regia di Daniele Luchetti. Con Marco Giallini, Elio Germano, Eleonora Danco, Francesco Gheghi, Jo Sung, Simonetta Columbu, Klea Marcu, Sara Deghdak, Carlo Bigini, Marcello Fonte, Carlo Boccuccia, Paola Da Grava, Federica Santoro, Pamela Brown, Luciano Curreli, Jean Paul Buana, Stayko Yonkinsky, Mimmo Epifani

L’imprenditore ricco, potente e privo di scrupoli Numa Tempesta (Giallini) è condannato per reati fiscali a lavorare per un anno ai servizi sociali di un centro d’accoglienza. Angela (Danco), la severa direttrice del centro, lo priva di passaporto e cellulare. A Numa non resta quindi che puntare a una riduzione della pena per buona condotta. Per questo cerca di farsi benvolere da un gruppo di assistiti, guidati da Bruno (Germano), un senzatetto, e da suo figlio Nicola (Gheghi). L’operazione, incoraggiata anche da cospicue elargizioni in denaro, sembra avere successo. Al punto che proprio quei poveracci, ripuliti, lo aiuteranno a portare a termine un affare-truffa in Kazakhstan, che aveva dovuto abbandonare al momento della condanna. Senza tuttavia riuscire a “darla a bere” ad Angela.

Una scena del film (ph.: Emanuela Scarpa)

La pena comminata a Silvio Berlusconi nel 2014 offre a Daniele Luchetti (che con Sandro Petraglia e Giulia Calenda firma anche la sceneggiatura) lo spunto per una commedia in cui i difetti dei ricchi si intrecciano alle debolezze dei poveri, mantenendone il racconto in equilibrio sul filo di un’ingenua ironia. Grazie anche alla bravura degli attori. Sta di fatto che il ritratto di un’Italia qualunquista, affascinata dalla rincorsa alla ricchezza facile e da quella corruttibilità secondo cui tutti noi – nessuno escluso – abbiamo un prezzo, rendono, purtroppo anche in questo caso, il corruttore “migliore” dei corrotti. Qui il trailer

Italia 2 (canale 66) 21.15

La madre (Mama, horror, CND/SPA, 2013) regia di Andrés “Andy” Muschietti. Con Jessica Chastain, Nikolaj Coster-Waldau, Megan Charpentier, Isabelle Néglisse, Daniel Kash, David Fox

Dopo cinque anni di ricerche le sorelle Victoria (Charpentier) e Lilly (Néglisse) vengono ritrovate ancora vive in una baita fatiscente sperduta nei boschi. Al momento della loro scomparsa le due bambine vivevano in famiglia. Fino al giorno in cui il padre, impazzito per la crisi economica che imperversava nel paese, uccise prima due colleghi, poi la moglie, per rapire infine le due bambine con lo stesso intento. Sparirono tutti senza lasciare traccia. Per poi tornare alla ribalta della cronaca in uno stato di regressione animalesca, convinte di “convivere” con una madre creata dalla loro immaginazione per superare psicologicamente lo stato d’abbandono. Lo zio Lucas (Coster-Waldau) si occuperà di loro. Ma dovrà fare i conti con la madre “immaginaria”.

Una scena de La madre

Prodotta da Guillermo Del Toro e scritta dal regista, al suo esordio, con la sorella Barbara e Neil Cross, La madre è una storia di fantasmi declinata al femminile. Potente sotto l’aspetto visivo ed efficace nel suo svelare a poco a poco il mistero della presenza soprannaturale e dei suoi scopi, più convenzionale nella costruzione della suspence e nello scioglimento degli eventi tra melodramma e tragedia, con richiami in primis alla Medea di Euripide. Negli Stati Uniti il film ebbe un tale successo da finir parodiato, al limite del remake, in Scary Movie 5 (Mereghetti). Qui il trailer

Segnaliamo inoltre (salvo imprevisti):

L’uomo che sapeva troppo (1956, regia di Alfred Hitchcock) su Rete4 alle 16.20, il trailer originale

Papillon (1973, regia di Franklin J.Schaffner) su RaiMovie alle 17.40, trailer e nostra recensione

Giovanna la pazza (2001, regia di Vincent Aranda) su Cielo alle 21.15, trailer  

L’Odissea (2021, regia di Iannacone/Scurati) docu-film in prima visione televisiva su Rai3 alle 21.20

Il re dei re (1961, regia di Nicholas Ray) su Rete4 alle 21.20, una scena

Papa Francesco, un uomo di parola (2018, regia di Wim Wenders) in prima visione televisiva su Rai1 alle 22.40, trailer

Ancora vivo (1996, regia di Walter Hill) su Iris alle 22.55, il teaser e la nostra recensione

B.B.King – The Life of Riley (2012, regia di Jon Brewer) documentario su Rai5 alle 0.25, trailer

Jesus Christ Superstar (1973, regia di Norman Jewison) su Rete4 alle 0.35, trailer

Storia di un peccato (1975, regia di Walerian Borowczyk) su Cielo alle 1.15

Still Life (2006, regia di Jia Zhangke) su Rai3 alle 1.20, trailer

Programmazione odierna in pay-tv:

Sky

Fox

Mediaset Premium

Discovery Channel

Fonti

FilmTv ©1993-2021 Tiche Italia s.r.l.

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021 © 2020 by Paolo Mereghetti, Baldini+Castoldi s.r.l., Milano

Laura, Luisa e Morando Morandini, il Morandini su www.mymovies.it

www.cinematografo.it

www.youtube.com

error: Content is protected !!